L’impiccagione di Ernesto Mucci e Torello Petrucci

L’impiccagione di Ernesto Mucci e Torello Petrucci
di Roberto Daghini, 16-7-2009, Tutti i Diritti Riservati.
Tra le stragi e gli omicidi perpetrati nella zona del comune dell’Abetone dalle truppe tedesche in ritirata va segnalato anche quello avvenuto a fine settembre del 1944 di cui furono vittima Ernesto Mucci (esercente) e Torello Petrucci, abitanti a San Marcello Pistoiese.
I due erano nella zona di Cutigliano quando i tedeschi fecero un rastrellamento perché i partigiani avevano ucciso due soldati, li catturarono e li rinchiusero dentro il Lanificio Tronci per la notte insieme ad altri ostaggi.

Al mattino furono portati all’Abetone: i tedeschi con molta probabilità li usarono per trasportare materiale, come aiuto alla smobilitazione visto che il fronte era in continuo movimento e gli alleati si avvicinavano.

Forse per togliersi velocemente l’impiccio li uccisero e li appesero ad un palo usato per collegare i fili dell’energia elettrica, in località Sant’Antonio.

Le cattive condizioni atmosferiche e le operazioni belliche nella zona fecero sì che i corpi rimanessero appesi fino al 24 aprile 1945, quando furono recuperati dalla Croce Rossa di San Marcello.
I loro corpi erano chiaramente in condizioni pietose, furono poi portati a San Marcello e sepolti nel locale cimitero.
Nel registro degli interventi della Croce Rossa di San Marcello si legge:

26-4-1945 Fu provveduto alla rimozione dei cadaveri uccisi dai tedeschi all’Abetone: Mucci Ernesto e Petrucci Torello.

Trasportati alla chiesa alle ore 18 sono stati fatti i funerali col concorso di tutto il popolo. Militi che hanno partecipato all’operazione: Baldassarri Giuseppe, Arcangeli Amato, Fini Silverio, Preti Savonarola, Zinanni Luciano. Presenti due carabinieri.

Annunci

Informazioni su toscano

Io Nato Io fui nel secolo passato, circa ventinovemilacinquecentosettantacinque giorni o giù di li Città tu se’ la Venere Firenze Patria dell’Allighier, salve, e mia Patria Allor che a salutar venni col pianto La valle de lo giglio, ed alla vita De ‘l sole i raggi ailluminar lo mondo

Pubblicato il 25 marzo 2013, in La Resistenza in Italia con tag , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: