Eugenio Montale – “Primavera hitleriana”

Eugenio Montale
“Primavera hitleriana”
“Da poco sul corso è passato a volo un
messo infernale
tra un alalà di scherani, un golfo mistico
acceso
e pavesato di croci a uncino l’ha preso e
inghiottito
si sono chiuse le vetrine, povere
e inoffensive benché armate anch’esse
di cannoni e giocattoli di guerra,
ha sprangato il beccaio che ignorava
di bacche il muso dei capretti uccisi,
la sagra dei miti carnefici che ignorano il
sangue
s’è tramutata in un sozzo trescone d’ali
schiantate,
di larve sulle golene, e l’acqua seguita a
rodere
le sponde e più nessuno è incolpevole.
Oh la piagata
primavera è pur festa se raggela
in morte questa morte! …
Annunci

Informazioni su toscano

Io Nato Io fui nel secolo passato, circa ventinovemilacinquecentosettantacinque giorni o giù di li Città tu se’ la Venere Firenze Patria dell’Allighier, salve, e mia Patria Allor che a salutar venni col pianto La valle de lo giglio, ed alla vita De ‘l sole i raggi ailluminar lo mondo

Pubblicato il 22 agosto 2014, in Le Poesie con tag , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: