Mary Rose Evelyn Cox

La Loro vita per la nostra Libertà

Mary Rose Evelyn Cox

Nata a Firenze il 18 settembre 1893, fucilata a Firenze il 21 giugno 1944, insegnante di inglese.

Durante la Resistenza, l’abitazione di Mary Cox a Firenze, in via dei Tavolini, divenne luogo di incontro dei patrioti che si battevano contro i nazifascisti. La sera del 19 giugno i repubblichini della "banda Carità" fecero irruzione nell’appartamento sorprendendovi alcuni resistenti che, con Rocco Caraviello, stavano organizzando un’azione per liberare alcuni partigiani detenuti all’Ospedale militare di Firenze.

Mentre Caraviello fu portato nel Chiasso del Buco, vicino a piazza Signoria, e subito assassinato, Mary Cox e altri tre che si trovavano nella casa, dopo essere stati duramente picchiati furono trasportati dai fascisti all’Hotel Savoia, in attesa di trasferirli in via Bolognese, nella famigerata "Villa Triste". Qui gli sgherri del maggiore Carità sottoposero l’insegnante e i suoi compagni ad ogni sorta di sevizie.

Dopo aver inflitto lo stesso trattamento a Maria Penna, che (contemporaneamente a Bartolomeo Caraviello, cugino del marito) era stata prelevata di notte nella sua casa, sotto gli occhi terrorizzati dei quattro figli, i repubblichini portarono le due donne e gli altri prigionieri in via di Capornia e li fucilarono, abbandonandone i cadaveri sulla strada. Qui, dopo la Liberazione, è stato eretto un monumento che ricorda le vittime della violenza fascista.

Nel 2007 il Comune di Firenze e il Consiglio del Quartiere 5 hanno dato alle stampe il libretto di Maurizio Gerace dal titolo Mary e Maria &lquo; Due donne della Resistenza.

Annunci

Informazioni su toscano

Io Nato Io fui nel secolo passato, circa ventinovemilacinquecentosettantacinque giorni o giù di li Città tu se’ la Venere Firenze Patria dell’Allighier, salve, e mia Patria Allor che a salutar venni col pianto La valle de lo giglio, ed alla vita De ‘l sole i raggi ailluminar lo mondo

Pubblicato il 11 gennaio 2016, in Dettero la loro vita per la nostra Libertà con tag , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: