Ho Chi Minh – Diario dal carcere – Il sole

Ho Chi Minh
Diario dal carcere

Il sole
Il sole del mattino
penetra nelle celle
dissipando le nebbie
l’ombre i fumi.
Arriva dalla terra
l’aria vivificante
di nuovo cento visi
di prigionieri sorridono.
*
L’acqua

La razione dell’acqua
è di una mezza ciotola
per fare, a scelta,
le abluzioni o il tè.
Vi volete lavare?
Fate a meno del tè.
Volete un po’ di tè?
Non vi lavate affatto.
*
Amico, a Long Tsinen

Di giorno, le mie gambe
han galoppato come cavalli
la sera, dentro i ferri
come un pollo allo spiedo.
A tradimento, cimici e freddo
s’insinuano.
Infine arriva il giorno
al canto del rigogolo.

*
Regole carcerarie

Secondo la regola,
il prigioniero nuovo ,
deve dormire
accanto alla latrina.
Se volete riuscire
A dormire un po’
date e una mancia
senza l’aria.
Annunci

Informazioni su toscano

Io Nato Io fui nel secolo passato, circa ventinovemilacinquecentosettantacinque giorni o giù di li Città tu se’ la Venere Firenze Patria dell’Allighier, salve, e mia Patria Allor che a salutar venni col pianto La valle de lo giglio, ed alla vita De ‘l sole i raggi ailluminar lo mondo

Pubblicato il 29 settembre 2016, in Ho Chi Min - Diario dal Carcere con tag , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: