Javert – Dagli atti giudiziari

. pugno

Javert

Dagli atti giudiziari

In veste di chi giudica e concilia
Il grande capo della Grana siede
Trema il villano che con lesto piede
Fregò al vicino un pollo e una coniglia.
*
Grande egli è e bello ma al gentile aspetto
Ha sostituito il Mas fregato a Gino
(Il sudor di chi assiste pian pianino
Per l’emozion congela sul colletto).
*
Giunt’è l’ora di dare la sentenza
E l’imputato trema verga a verga
La pena capitale sembra certa
Ognuno grida in cuor: pietà! clemenza!
*
Il giudice (ch’è al cuore e alla capanna
Seriamente disposto in questi giorni
Purchè il rastrellatore non ritorni)
La sentenza fa leggere da Sanna:
*
Son condannate alla fucilazione
Lire duecento subito graziate
Che vengono più tardi destinate
Ai poverelli della sua frazione
*
Il cuor d’ogni presente s’è riaperto
Pare più azzurro e più sereno il cielo
Sorride la natura e non lo cela
Sorrider vedo pur Barba Berto.

Tratto da
Poesia clandestina della Resistenza – Antologia dei …
Annunci

Informazioni su toscano

Io Nato Io fui nel secolo passato, circa ventinovemilacinquecentosettantacinque giorni o giù di li Città tu se’ la Venere Firenze Patria dell’Allighier, salve, e mia Patria Allor che a salutar venni col pianto La valle de lo giglio, ed alla vita De ‘l sole i raggi ailluminar lo mondo

Pubblicato il 29 settembre 2016, in Le Poesie con tag , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: