Olanda Lettere di Condannati a morte

Olanda – Introduzione

Sono Caduti per la “Libertà”

Con il nome della “Patria sulle labbra

E “Bandito” sul cartello al collo dell’impiccato

Le perdite subite dall’Olanda. a causa dell’occupazione tedesca ammontano complessivamente a circa 175 mila persone su una popolazione di quasi 10 milioni di abitanti. In tale cifra sono compresi anche: 5500militari caduti in operazioni belliche1350 della marina mercantile; 20400 civili morti nel corso delle operazioni belliche (compresi i bombardamenti aerei); 15.000 circa morti durante la carestia dell’inverno 1944-45•

La cifra piú alta è rappresentata dalle vittime delle persecuzioni razziali. furono queste che portarono, verso la fine del 1940, ai primi scioperi (da parte degli Studenti dell’Università di Leyda e della Scuola Superiore di Delft, scioperi dovuti ai provvedimenti presi contro i professori israeliti) e alle conseguenti rappresaglie da parte tedesca. Nel febbraio 1941furono prelevate alcune centinaia di ebrei di Amsterdam, la cui popolazione reagí con uno sciopero generale. Dall’estate del 1942 ebbe inizio la sistematica deportazione di tutti gli ebrei ai campi di concentramento e eliminazione. Malgrado l’azione di assistenza svolta dalle varie organizzazioni clandestine olandesi, si calcola che morirono o furono uccisi 104 mila ebrei su circa 140mila che risiedevano in Olanda all’inizio della guerra.

    1 patrioti giustiziati furono circa 2 mila. Altri 1500 perirono nei campi di concentramento tedeschi in Olanda. (ad Amersfoort e Vught) e 18 mila (su circa 20 mila deportati) nei campi e nelle carceri di Germania. Il cappellano di Berlino-Plotzensee riferisce, ad esempio, di trentadue olandesi del gruppo «Stijkel» fucilati nella sola giornata del 2 aprile1941. Ai deportati politici vanno aggiunti da 5a 10 mila Olaudesi morti dei300 mila circa deportati in Germania come lavoratori.
    Il numero dei giustiziati e dei deportati crebbe costantemente nel corso del l’occupazione. Nel marzo 1941 avvenne la fucilazione di un primo gruppo di patrioti appartenenti alla Geuzen-organisatie ( Organizzazione dei pezzenti »). Il numero delle esecuzioni capitali fu massimo in coincidenza con gli scioperi dell’aprile1943e agosto inverno1944-45Esecuzioni in massa, con quasi 300 vittime, ebbero luogo il 6 marzo 1945 in seguito all’attentato al capo delle S.S. in 0landa., H. A. Rauter. Numerosi furono i casi di fucilazione di ostaggi.
    I condannati a morte furono quasi tutti fucilati. Pochi sono i casi di impiccagione. Le carceri in cui fu detenuto il maggior numero di patrioti furono quelle di Amsterdam, L’Aja, Rotterdam, Utrecht e Arnhem. I luoghi dove avvenne il maggior numero di esecuzioni capitali furono le dune di Scheveningen (presso L’Aia) e Overveen (presso Haarlem).
    In diversi casi alla persecuzione dei patrioti contribuirono elementi olandesi appartenenti a quella piccola parte della popolazione (il 2 % circa) che simpatizza per ì tedeschi.

    Rispondi

    Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

    Logo WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

    Google+ photo

    Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

    Connessione a %s...

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: